Yours

Yours è il tuo tavolo. È unico perché è il “tuo”: tu scegli le dimensioni, la composizione, la geometria, i materiali e i colori.

Yours seduce per ciò che evoca, più che per quello che è.

È un sistema di tavoli trasformabili e non, con una grande flessibilità e concepito per essere composto dall’utente finale.

Yours nasce da un percorso di ricerca e sperimentazione e coniuga razionalità e innovazione.

Yours può essere collocato in tutti gli spazi e in tutti i contesti. Dalla casa allo spazio di lavoro, dal ristorante alla sala di attesa.

Yours è un sistema di tavoli composto da elementi assemblabili in assetti pressoché infiniti, anche a geometria variabile.

Il sistema si compone di piani in legno, spine di collegamento, supporti e snodi in alluminio, aste e gambe in legno.

Il sistema si suddivide principalmente in composizioni fisse e in composizioni trasformabili.

Le composizioni fisse sono tavoli composti da elementi di qualsiasi dimensione e materiale e sono statiche.

Le composizioni trasformabili sono tavoli che, oltre ad essere composti da elementi di qualsiasi dimensione e materiale, possono assumere diverse geometrie.

I piani in legno sono di forma circolare e sono previsti in sei diametri diversi (40, 50, 60, 70, 80, 90 cm). Questi hanno uno spessore di 30 mm ed il perimetro smussato che assottiglia il bordo fino a ad uno spessore di 15 mm. Il piano inferiore è lavorato con un scasso circolare per accogliere il supporto in alluminio. I piani possono essere realizzati in legno massello o in legno truciolare impiallacciato in diverse essenze con bordo in massello. O ancora con piano superiore in laminato in diversi colori, abbinati alla parte inferiore in legno.

Le spine di collegamento sono gli elementi di giunzione (in legno o in acciaio) dei piani circolari nei punti di tangenza. Queste sono presenti nelle composizioni fisse e ne garantiscono la stabilità. Ogni piano è sempre collegato ai piani adiacenti con un minimo di due spine di giunzione. Nel caso di giunti in acciaio, ne esistono in commercio diverse tipologie per questo tipo di applicazione.

I supporti in alluminio costituiscono gli elementi di rinforzo e di connessione tra il piano e la gamba. La loro forma, come si desume dalle immagini, è atta ad accogliere (femmina) la testa lavorata della gamba in legno (maschio). Nel caso delle composizioni trasformabili, la connessione tra la testa lavorata della gamba ed il  supporto è mediata dallo snodo. I supporti sono previsti in sei diametri diversi e si inseriscono nello scasso inferiore del piano in legno, al quale possono essere fissati a mezzo di colla, viti e/o tasselli invisibili. I supporti aderiscono perfettamente al piano in legno e costituiscono un tutt’uno solidale.

Gli snodi in alluminio sono elementi previsti per le composizioni trasformabili. Questi consentono alle due aste che vi convergono di ruotare liberamente. Questi elementi devono essere ingegnerizzati in fase esecutiva e realizzati ad hoc.

Le aste in legno massello connettono gli elementi delle composizioni trasformabili in corrispondenza degli snodi. La lunghezza delle aste è pari alla somma dei raggi dei due piani circolari collegati. Questo consente agli elementi connessi di ruotare reciprocamente mantenendo il contatto tra i bordi dei vari piani e garantendo la stabilità dell’intera composizione.

Le gambe in legno massello tornito sono tronco-coniche. La testa delle gambe è lavorata e dotata di maschio per l’innesto nei supporti di alluminio o negli snodi nel caso delle composizioni trasformabili.

Il sistema qui viene proposto in quattro declinazioni: composizione bassa (altezza 35 cm) con tre composizioni tipo, da tre e da sei elementi di diverso diametro; composizione (altezza 75 cm) con tre composizioni tipo, da quattro, da sei e da otto elementi di diverso diametro; composizione trasformabile (altezza 75 cm) con tre composizioni tipo, da quattro, da sei e da otto elementi di diverso diametro; composizione alta (altezza 105 cm) con tre composizioni tipo, da tre e da sei elementi di diverso diametro.

Lo sforzo progettuale tende all’equilibrio tra i principi del progetto e la pratica costruttiva, tra teoria e prassi, tra intuizione formale e soluzione esecutiva e scelta tecnologica, nel rispetto dei limiti di costo e della tradizione costruttiva aziendale.

Alla base del lavoro vi è la convinzione che la qualità del design derivi dalla continuità del processo di progettazione e da un intenso dialogo e confronto con i tecnici specialisti, con gli artigiani e con l’azienda.

​

Design

Massimiliano Gamba

Walter Balducchi

2012

Questo sito web fa uso di cookie. Si prega di consultare la nostra Cookie Policy per i dettagli.